dicembre, 2014

 

Jobs Act è legge: ecco cosa cambia

Approvato in via definitiva il Jobs Act e tra riforma dell’articolo 18, licenziamento, sgravi assunzione, e stop ai cococo e cocopro, ecco le novità in sintesi. Riforma articolo 18 e licenziamento, disoccupazione AsPi, via cococo e cocopro, ecco le novità del Jobs Act approvato in via definitiva al Senato, in terza lettura, con 166 voti a favore, 112 no ed 1 astenuto. Con l’ok definitivo al Jobs Act, il Parlamento “ci consegna un testo significativamente cambiato e migliorato”. Così il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti: ora si dovrà procedere “speditamente”Read More


MATERNITÀ E PATERNITÀ

  Le norme che disciplinano permessi e congedi a tutela della maternità e della paternità sono contenute nel decreto legislativo n. 151 del 26 marzo 2001, cosiddetto Testo Unico maternità/paternità (di seguito denominato semplicemente T.U.) (cit.inps)   LAVORATRICI E LAVORATORI DIPENDENTI Il congedo di maternità è il periodo di astensione obbligatoria dal lavoro riconosciuto alla lavoratrice durante il periodo di gravidanza e puerperio. Durante il periodo di assenza obbligatoria dal lavoro la lavoratrice percepisce un’indennità economica in sostituzione della retribuzione. Il diritto al congedo ed alla relativa indennità spettano anche in caso di adozioneRead More


INVALIDITÀ CIVILE

PREMESSA L’art. 20 del decreto legge 1° luglio 2009, n. 78, convertito in legge con modificazioni dalla legge 3 agosto 2009 n. 102, titolato “Contrasto alle frodi in materia di invalidità civile”, attribuisce all’INPS nuove competenze per l’accertamento dell’invalidità civile, cecità civile, sordità civile, handicap e disabilità con l’intento di ottenere tempi più rapidi e modalità più chiare per il riconoscimento dei relativi benefici. La nuova normativa rivede profondamente le modalità di presentazione delle domande di accertamento, la valutazione sanitaria, la concessione delle prestazioni, il ricorso in giudizio. L’INPS, conRead More


DISOCCUPAZIONE LAVORATORI RIMPATRIATI

ATTENZIONE Scheda in fase di aggiornamento   A CHI SPETTA Spetta ai lavoratori cittadini italiani che abbiano lavorato all’estero in un paese non convenzionato ( Legge 402 del 25/07/1975 ).È un’indennità giornaliera calcolata sulla base di retribuzioni convenzionali stabilite annualmente con decreto ministeriale Lavoratori che abbiano lavorato in un paese ove esiste una convenzione bilaterale o un paese dell’Unione Europea, che siano rimasti disoccupati per licenziamento o mancato rinnovo del contratto e che decidano di rimpatriare. I REQUISITI la cessazione del rapporto di lavoro sia avvenuta per licenziamento e non ci sia rinnovoRead More


DISOCCUPAZIONE AGRICOLA

La disoccupazione agricola è una particolare indennità a cui hanno diritto gli operai che lavorano in agricoltura iscritti negli elenchi nominativi dei lavoratori agricoli.   A CHI SPETTA operai a tempo determinato; piccoli coloni; compartecipanti familiari; piccoli coltivatori diretti che integrano fino a 51 le giornate di iscrizione negli elenchi nominativi mediante versamenti volontari; operai agricoli a tempo indeterminato che lavorano per parte dell’anno.   A CHI NON SPETTA ai lavoratori extracomunitari con permesso di soggiorno per lavoro stagionale; ai lavoratori che presentino la domanda oltre il termine previsto; aiRead More


Assegno Congedo Matrimoniale

Informazioni sulla domande di Assegno per Congedo MatrimonialeL ‘assegno per congedo matrimoniale è un assegno che viene concesso in occasione di un congedo straordinario di 8 giorni per matrimonio. L ‘assegno spetta ad entrambi i coniugi quando l ‘uno e l’altra vi abbiano diritto. Il congedo deve essere fruito entro i 30 giorni successivi alla data del matrimonio.  A chi spetta   Operai di aziende industriali ed artigiane, comprese le cooperative, il cui rapporto di lavoro sia in essere da almeno una settimana, che si trovano sotto le armi; disoccupati con almeno 15 giorniRead More


AUTORIZZAZIONE ANF

con messaggio n. 6702/2013 l’INPS torna a dare chiarimenti circa l’autorizzazione da richiedere all’INPS in determinati casi per l’ottenimento degli Assegni al Nucleo Familiare (ANF 42 e ANF 43). In alcuni casi, particolari condizioni familiari potrebbero influire: sull’insorgenza del diritto all’ANF sulla variazione della tipologia del nucleo sulla possibile duplicazione del pagamento In taluni casi quindi, per evitare errori da parte del datore di lavoro, oppure per evitare doppi esborsi dall’INPS, la corresponsione degli Assegni nucleo familiare ANF deve essere preventivamente autorizzata dall’Istituto. In questa breve guida, ad integrazione delRead More


Pensione di vecchiaia

                                            CHE COS’E‘ È una prestazione economica erogata, a domanda, in favore dei lavoratori dipendenti e autonomi, che hanno: raggiunto l’età stabilita dalla legge; perfezionato l’anzianità contributiva e assicurativa richiesta; cessato il rapporto di lavoro alle dipendenze di terzi alla data di decorrenza della pensione, fermo restando che, qualora la rioccupazione intervenga presso diverso datore di lavoro, non occorre una soluzione di continuità con la precedente attività lavorativa.  Read More


Pensione di anzianità

A CHI SPETTA Il diritto alla pensione di anzianità, entro il 31 dicembre 2011, si perfeziona al raggiungimento di una quota data dalla somma tra l’età anagrafica minima richiesta e almeno 35 anni di contributi. Per i lavoratori dipendenti e iscritti ai fondi pensione sostitutivi ed integrativi, a partire dal 1° gennaio 2011, è necessario raggiungere quota 96 con almeno 60 anni di età: quota 96 (60 anni di età + 36 di contributi oppure 61 anni di età + 35 di contributi) Per i lavoratori autonomi è necessario raggiungereRead More


ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE

A CHI SPETTA L’Assegno per il nucleo familiare spetta ai lavoratori  dipendenti, ai lavoratori dipendenti agricoli, ai lavoratori domestici, ai lavoratori iscritti alla gestione separata, ai titolari di pensioni (a carico del fondo pensioni lavoratori dipendenti, fondi speciali ed Enpals), ai titolari di prestazioni previdenziali ed ai lavoratori in altre situazioni di pagamento diretto.   MISURA DELLA PRESTAZIONE È calcolata secondo la tipologia del nucleo familiare, del numero dei componenti il nucleo familiare e del reddito complessivo del nucleo stesso, con previsione di importi e fasce reddituali più favorevoli perRead More